Fimosi e Parafimosi

Sintomatologia

Per fimosi si intende un restringimento del prepuzio, congenito o acquisito per fenomeni sclerotici o infiammatori, che ostacola ed a volte impedisce il normale scorrimento della cute sul glande, in particolar modo durante l’erezione: nei casi di stenosi più serrata può essere addirittura di ostacolo alla minzione, specialmente se concomita una stenosi del meato. La fimosi si complica facilmente con fenomeni infiammatori (balanopostiti) secondari al ristagno urinoso e/o smegmatico nel solco balanoprepuziale; tali fenomeni sono di più frequente osservazione nei pazienti anziani o diabetici; in alcuni casi può verificarsi anche la formazione di calcificazioni secondarie endoprepuziali con un possibile aumento dell’insorgenza del carcinoma del pene. La fimosi, se non di grave entità, può inoltre essere complicata dalla parafimosi. Tale evenienza si verifica tipicamente in corso di erezione se il prepuzio scorre all’indietro oltre il glande e per la sua ristrettezza non è più riconducibile in avanti. Si arriva così allo strangolamento del glande che costituisce una vera e propria urgenza urologica. Infatti la compressione determina un blocco del ritorno venoso con congestione del glande ed edema del prepuzio: quest’ultimo va incontro ad ulcerazione e necrosi se non è effettuata entro breve tempo una riduzione manuale o una incisione longitudinale del cercine di strozzamento. Solo dopo la regressione dell’edema si potrà provvedere al trattamento terapeutico.

Diagnosi

la diagnosi è clinica.

Terapia

La terapia è in ogni caso di tipo chirurgico: la circoncisione o plastica del prepuzio. Questa consiste nell’asportazione della porzione sclerotica di prepuzio con sutura dei due margini sani in modo da consentire nuovamente lo scorrimento del prepuzio sul glande. In alcuni casi è possibile infatti “risparmiare” la superficie di prepuzio da rimuovere, in modo da far si che il glande resti parzialmente ricoperto in fase flaccida, anche se questo tipo di intervento può avere un maggior rischio di recidiva. Spesso alla fimosi si accompagna la brevità del frenulo prepuziale per cui gli interventi di circoncisione vanno spesso associati alla plastica del frenulo stesso.